Conversano alla BIT 2015 VIDEO

[:it]

Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.

[:en]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:de]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:zh]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:fr]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:nl]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:ro]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:es]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:ar]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:tr]Il SAC “Mari tra le Mura” sbarca a Milano per la Bit 2015. Dal 12 al 14 febbraio, infatti, la rete dei Comuni (Conversano, Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano), impegnata nella valorizzazione integrata del patrimonio ambientale e cultuale, con il sostegno della Fondazione Pascali e del Teatro Pubblico Pugliese, si è presentata al pubblico e agli operatori nazionali e internazionali del settore all’interno di uno stand di 36 metri quadri, nel padiglione 9 dedicato all’Italia. Si tratta di una novità per il territorio, abituato fin qui a vivere attività di promozione piuttosto isolate, grazie alla collaborazione tra comuni importanti del sud-est barese. Il SAC, finanziato con fondi comunitari per il tramite della Regione Puglia, sta dotando il territorio di beni e servizi che offrono a turisti e visitatori una modalità alternativa di fruire dei numerosi beni ambientali e culturali,
allievi e docenti dell’Istituto alberghiero “Consoli” di Castellana Grotte e Polignano a Mare diretta da Giuseppe Vernì, si sono occupati dell’accoglienza turistica, dell’attività di informazione e degustazione all’interno dello stand.

L’Ente Fiera di Milano ha messo a disposizione del SAC e dell’Alberghiero, senza alcun costo, una piazzetta in cui si è svolta l’ attività di show cooking, lanciando il “brand” del SAC, il menu e i piatti offerti ai visitatori,
lo chef D’onghia nell’intervista ci spiega le pietanze preparate per loccasione.[:]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *